venerdì 28 settembre 2007

8 cose su di me

Adina mi invitata a dire 8 cose su di me. Paura vera. E’ difficile!!!

  1. quando ero piccola non volevo andare all’asilo. Volevo solo stare con mamma. Mi attaccavo alla sua gonna e piangevo fino che mia madre disperata mi riportava a casa. Una volta le hanno pure telefonato da scuola, perché urlavo e strillavo, ma soprattutto mi ero fatta la cacca sotto. Ero disposta a tutto pur di non andare all’asilo e starmene con mamma mia J
  2. non mi piaceva non solo andare all’asilo, ma anche andare a scuola e in seconda media mi hanno pure bocciata. Facevo una tal macello in classe. Ero irrequieta e insieme al mio amico Roberto, nonché mio fidanzatino di allora, ne combinavamo di tutti i colori. Ho persino attaccato il cappello della prof religione alla cattedra con un chiodo, non immaginate quando lo è andato a prendere. Poteva ricostruire il gomitolo con tutto quel laniccio disperso J
  3. Adoro le due ruote. Ho comprato il mio primo motorino usato nel lontano 1994.Un ciao piaggio verde. Ci facevo di tutto, persino il muro torto la mattina per andare all’università…wuuuummmm e se c’era vento facevo windsurf. Al ritorno davo anche un passaggio alla mia amica Danila…il sedere triangolare che diventava sempre più triangolare su via nazionale e i sampietrini di Roma.
  4. la mia esperienza più grande è stata la permanenza di molti mesi a Dublino. Sono andata lì dopo la mia laurea e ci ho lasciato il cuore. La mia vita lì è stata emozionante. Ho conosciuto l’amore. Ho imparato a badare a me stessa e a cavarmela da sola. Ho incontrato gente di tutto il mondo che mi hanno insegnato molto.
  5. la passione più grande della mia vita è stata Pablo. Lui era la mia vita. Elena ha detto sul suo blog che la sua paura più grande è perdere una persona… beh, perdere Pablo per me è stato troppo difficile da accettare. Non lo accetto e non lo accetterò mai.
  6. L’amicizia? Beh, per me è fondamentale, senza non potrei vivere. In alcuni momenti della mia vita se non ci fosse stata l’amicizia non avrei potuto sopravvivere. Quando ho detto alla mia cara Adina “lo sai che sto male”…lei è accorsa in mia soccorso e mi ha coccolata, ma anche cazziata.
  7. Il viaggio più difficile e anche divertente nello stesso momento è stato in thailandia. Come poter dimenticare quel viaggio di risate, lacrime e tante gelosie. Ma le cose che emozionano alla fine rimangono più impresse. Certo che pure il viaggio in treno in india del sud è stato molto avventuroso. I miei amici mi prendono tutti in giro, perché racconto questa avventura con enfasi..ma farsi un viaggio da mumbay a chennay su panche di legno in terza classe in un treno pieno di gente che mangia e urla, è difficile da dimenticare.
  8. ho paura dei tuoni e dei lampi… brrrrrr!!! Mi metto sotto le coperte e tremo!
ciao a tutti!

1 commenti:

adina ha detto...

ma quanto bene ti voglioooo? tanto tanto sai? e mo' che vengo a roma, ti toccano anche tanti bacini! ora che stai meno male, quasi bene direi, e che stai tornando alla tua vita pazza, non vedo l'ora di condividere il nostro prossimo we assieme!!!!